IT

Tommaso Putin

Serenissima Ristorazione: l’intervista al CFO Tommaso Putin sui progetti legati alla sostenibilità

L’attenzione nei confronti dell’ambiente non è diminuita con il lockdown conseguente alla pandemia, anzi. Le istanze concrete legate all’urgenza della salvaguardia del Pianeta hanno guadagnato sempre più consenso sia a livello di policy generali, sia per quanto riguarda l’adesione da parte dei comparti produttivi. Un esempio di questa concatenazione di eventi è l’adozione, da parte di Serenissima Ristorazione, degli obiettivi dell’Agenda 2030 prodotta e diffusa dalle Nazioni Unite. Coerentemente con i valori portati avanti non da oggi, ma ormai da diversi anni, senza timore di smentita, il Gruppo presieduto da Mario Putin ha quindi deciso di impegnarsi in favore di progetti e attività capaci di accompagnare l’azienda verso una crescita environment-friendly. Come si traduce concretamente tutto ciò? Seguendo principalmente tre diverse direttrici: la minimizzazione delle eccedenze alimentari, il contenimento della percentuale di plastica nel packaging e la diffusione dell’educazione ai temi green. L’impegno in tal senso ha portato i suoi frutti, consentendo all’impresa di potersi fregiare nell’anno appena trascorso del prestigioso Premio Emas Italia, risultato delle sue politiche a sostegno dell’ambiente. In una recente intervista rilasciata a “Ristorando”, Tommaso Putin, CFO di Serenissima Ristorazione, è entrato nel merito ricordando i singoli e più importanti progetti intrapresi recentemente. Tra questi, ad esempio, vi sono l’adozione di un software di tracciamento e controllo dei prodotti a magazzino che segnala e dà priorità a quelli a scadenza ravvicinata, oppure la collaborazione con l’iniziativa di carattere circolare lanciata dal Biova Project e che produce birra a partire dal pane invenduto, altrimenti destinato a diventare rifiuto. La forza dell’azienda, tuttavia, risiede nel suo guardare avanti rispetto a quanto già è stato fatto per riflettere su come implementare un paradigma di sostenibilità efficace anche per i prossimi anni. A questo proposito, Serenissima Ristorazione offre già oggi, per le figure aziendali coinvolte negli appalti, un training specifico incentrato sulle corrette metodologie produttive e di ripartizione, riservando invece alle strutture scolastiche progetti di sensibilizzazione alimentare caratterizzati da attività ludiche ad elevato tasso di interazione e coinvolgimento.