IT

Serenissima Ristorazione: sostenibilità del MUSE di Trento

Serenissima Ristorazione: la nuova esperienza all’insegna della sostenibilità del MUSE di Trento

Un’esperienza del tutto inedita e innovativa quella del MUSE, Museo delle Scienze di Trento. Qui infatti scienza, sostenibilità e caffè si mescolano in un felice connubio valoriale e di intenti tra il museo e la sua caffetteria interna, il MUSE Café, dove il visitatore può fermarsi e rilassarsi scegliendo di degustare una delle miscele “environment-friendly” della gamma La Reserva de ¡Tierra! Lavazza. Oltretutto, questo avviene in piena continuità con quanto sperimentato all’interno della nuova Galleria della sostenibilità del museo, area espositiva di 400 mq appena inaugurata e che detiene il nobile compito di instaurare una discussione collettiva, mediata da scienza e cultura, sul futuro del Pianeta. Gli sforzi del museo per farsi portavoce dei temi legati all’ambiente non si fermano qui. Centrale è infatti, in questa mission dichiarata, il coinvolgimento di Serenissima Ristorazione che, attraverso il Responsabile del MUSE Café Paolo Martinelli, racconta come si inserisce la caffetteria nel contesto valoriale del museo. Coerentemente con i princìpi portati avanti dal MUSE, e in maniera naturale rispetto alla propria storia in materia, la società guidata da Mario Putin si è impegnata per ampliare a 360 gradi le conoscenze dei clienti, ad esempio inserendo nella sua offerta numerose tipologie di prodotti biologici e tra queste anche le miscele sostenibili La Reserva de ¡Tierra! Alteco Lavazza. Questo affinché, nelle parole di Paolo Martinelli: “siano una coccola finale da regalare al nostro cliente per prolungare la sua esperienza museale oltre l’area espositiva, anche all’interno della caffetteria.” Chiaramente, l’impegno non si ferma alla proposta contenuta nel menù e abbraccia un più ampio concetto di attenzione a quello che è locale e alla sostenibilità, che Serenissima Ristorazione ha fatto proprio già da tempo. Ma come si concretizza e declina tale impegno? Lo rivela Paolo Martinelli, responsabile del MUSE Cafè: “Proponiamo ai nostri clienti prodotti da filiera trentina, coltivati entro trenta chilometri dal locale, biologici e certificati; utilizziamo detergenti naturali non chimici e poniamo molta attenzione all’utilizzo di tutti quegli accorgimenti che garantiscono l’assenza di spreco d’acqua, per esempio.”