IT

Serenissima Ristorazione e le buone abitudini alimentari: no alle diete a intermittenza

Una dieta varia, ricca di prodotti di qualità, deve necessariamente far parte delle nostre buone abitudini quotidiane. Come da sempre sostiene Serenissima Ristorazione, il benessere passa anche dalla tavola. Per questo la realtà guidata da Mario Putin si impegna a diffondere informazioni utili su come mantenersi in salute, evitando comportamenti rischiosi o dannosi, soprattutto se reiterati nel tempo. Tra questi ultimi vi sono le diete a intermittenza, dette anche "diete yo yo", assolutamente da evitare se si vuole raggiungere e mantenere il peso-forma.

La rivista "Neuropsychopharmacology" ha pubblicato la rilevante scoperta di due ricercatori italiani della Boston University School of Medicine (BUSM): lo studio ha confermato che il cibo, in particolare quello ricco di zucchero, agisce come una vera e propria droga per il nostro cervello. Questo spiega perché molte diete basate sulla privazione drastica si traducono in un fallimento e in una conseguente veloce ripresa di peso una volta che si ritorna ad assumere determinate sostanze. Gli esperti hanno dimostrato che se si somministra a topolini sani una dieta a base di cibo zuccherino al sapore di cioccolato, questi ne diventeranno ben presto dipendenti e si ridurranno ad abbuffate compulsive (binge eating) sempre più importanti.

Questo cambiamento comportamentale compare in seguito a una disfunzione dei centri del piacere, che dimostra l’assuefazione che i topi hanno sviluppato nei confronti dei cibi zuccherini, e che quindi li porta ad aumentare le quantità consumate per soddisfare i sensi. I rischi delle diete a intermittenza sono ormai chiari. Serenissima Ristorazione si impegna dunque a garantire un menu vario e a creare consapevolezza riguardo le buone abitudini alimentari: no alle diete "yo yo", sì ad una dieta sana e ricca dei più disparati sapori.