IT

Serenissima Ristorazione: un menù green per incentivare il consumo di proteine vegetali

Il 22 aprile si celebra l’Earth Day, la giornata dedicata all’ambiente e alla tutela del nostro pianeta. La ricorrenza, festeggiata dalle Nazioni Unite, cade un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera. In questo contesto, Serenissima Ristorazione porta avanti il suo impegno per la sostenibilità, adoperandosi in prima persona per ridurre l’impatto ambientale derivante dai processi di produzione e per veicolare all’utenza le buone abitudini alimentari. Tutelare il proprio benessere equivale a far vivere meglio anche il nostro pianeta Terra.

La società guidata da Mario Putin fa notare come negli ultimi decenni il consumo di proteine di origine animale sia aumentato a sfavore del consumo di legumi: questa situazione è dovuta a uno stile di vita frenetico, che richiede tempi di preparazione e di cottura più brevi e cibi di pronto utilizzo. Oltre ad avere effetti negativi sulla salute, un eccessivo consumo di carne ha portato anche all’aumento degli allevamenti, con conseguenti deforestazioni, maggiori emissioni di gas serra, perdita della biodiversità e spreco delle risorse acquifere.

Per tutti questi motivi Serenissima Ristorazione invita l’utenza a consumare massimo due porzioni di carne a settimana, incoraggiando invece una dieta ricca di proteine vegetali. Oltre a comunicare informazioni e consigli utili ai consumatori, la società ha proposto un menù green settimanale con alimenti dalla lavorazione e produzione a ridotto impatto ambientale. Da questi ideali è nato un pranzo del tutto ecosostenibile, attento alle materie prime e alle preparazioni.