IT

Serenissima Ristorazione ha un grande obiettivo: garantire, anche ai piccoli che non possono essere allattati al seno, il nutrimento più importante per una crescita sana. La gestione della Banca del latte umano donato (Blud)

Il latte materno rappresenta l’alimento naturale e ideale per ogni neonato e grazie alla sua particolare composizione gli garantisce importanti fattori protettivi in grado di salvaguardare la sua salute futura e difenderlo dalle infezioni.

Il latte materno, inoltre, non ha mai la stessa composizione nel tempo, infatti per adeguarsi alle necessità di crescita del neonato, modifica la sua formula, rendendola unica e inimitabile.

Serenissima Ristorazione da anni promuove l’importanza dell’allattamento al seno ed è un obiettivo importante anche per la sanità pubblica, lo ricordano le raccomandazioni fornite dall’Unicef e dall’OMS.

Con il sostegno di numerose evidenze scientifiche, il latte materno risulta particolarmente indicato anche per l’alimentazione dei bambini pretermine e prematuri. Per tali neonati, nei casi in cui non fosse disponibile il latte della propria madre, la prima alternativa è rappresentata dal latte proveniente dalla BLUD, Banca del latte umano donato. Per tali bambini è da considerarsi come una vera e propria risorsa terapeutica.

La Banca del latte umano donato è una struttura che ha lo scopo di selezionare, raccogliere, conservare e distribuire il latte materno, da utilizzare per specifiche necessità mediche.

Serenissima Ristorazione è la prima azienda di ristorazione collettiva ad aver creato il servizio della Banca del Latte Umano Donato presso l’Azienda Ospedaliera di Padova e Treviso, gestito sul doppio fronte pubblico/privato.

Sostenibilità e qualità del servizio vengono garantiti da un team multidisciplinare diretto dalla Dott.ssa Lucia Cammisa, Dietista e Responsabile dei Sistemi di Gestione Integrata della Qualità di Serenissima Ristorazione, che ha predisposto un Sistema di Autocontrollo certificato in conformità alla ISO 22000:18, che include l’analisi del rischio (chimico, fisico, microbiologico) e dei Punti critici di controllo, secondo la metodologia HACCP, su tutte le fasi operative a carico dell’azienda. Il team è composto da professionisti altamente qualificati (laureati in dietistica, scienze e tecnologie alimentari e scienze dell’alimentazione).