IT

Primo Maggio, Serenissima Ristorazione e le iniziative adottate per i suoi lavoratori

Il 1° Maggio ricorre la Festa Internazionale del Lavoro e, tra i cambiamenti che hanno coinvolto i lavoratori nel corso del tempo e nei differenti ambiti, uno importante riguarda sicuramente i tempi e i modi di approccio nei confronti del cibo. Infatti, secondo una recente ricerca condotta da Nomisma, gli stili alimentari adottati nella pausa pranzo in ufficio sono ora più che mai orientati a salutismo e benessere, con preferenze per piatti ipocalorici, a moderato contenuto di grassi e a base di ingredienti biologici.

In questo solco si inseriscono anche le “Linee Guida per una Sana Alimentazione Italiana” diramate dal Ministero delle Politiche Agricole e contenenti indicazioni, supportate dal lavoro di oltre 100 esperti, per una alimentazione equilibrata anche nei servizi mensa come quello offerto da Serenissima Ristorazione. Tra questi suggerimenti, quello di aggiungere alla dieta più latticini, frutta, verdura e legumi e cereali integrali. Con il percorso “Mangia Consapevole”, la società guidata da Mario Putin si conforma alle linee guida del Mipaaf grazie a un tracciato che agevola molto il lavoratore nella composizione ottimale del piatto da consumare in pausa pranzo, che infatti è accompagnato da un cartello colorato che segnala il nutriente da cui è costituito.

Nel dettaglio, il giallo indica il carboidrato presente, ad esempio, nei cereali e derivati; il rosso corrisponde alla proteina presente nei piatti a base di carne, pesce, latticini e legumi; il viola segnala la fonte congiunta di vitamina e zucchero, vale a dire la frutta; il verde invece quella della fibra, che si trova nella verdura; infine, il blu indica la fonte unica di carboidrato e proteina che, nelle pietanze ideate da Serenissima Ristorazione, corrisponde alle porzioni uniche, come pasta al forno e pizza.