IT

Serenissima Ristorazione e Women at Business insieme per la valorizzazione delle competenze femminili

Una nuova partnership di Serenissima Ristorazione per favorire la parità di genere e l’inclusione: avviata di recente una collaborazione con Women at Business, la prima piattaforma che mette in connessione donne e aziende grazie a un algoritmo di matching delle competenze. È un passo in più per oltrepassare gli stereotipi che rendono difficile l’ingresso e la permanenza delle donne nel mondo del lavoro.

“Siamo orgogliosi di avviare questa partnership con Women at Business”, ha dichiarato Giulia Putin, Chief Purchasing Manager di Serenissima Ristorazione, evidenziando come il progetto punti a “contribuire al raggiungimento dell’uguaglianza di genere e l’empowerment di donne e ragazze attraverso un miglioramento dei paradigmi del mondo del lavoro relativi all’equità di genere e per sostenere lo sviluppo della carriera delle donne”: con questa partnership “vogliamo trasmettere alle donne che accogliamo all’interno del nostro Gruppo la nostra visione e la passione per il lavoro ispirato ai principi di equità e inclusione”.

Serenissima Ristorazione condivide l’obiettivo di Women at Business per la valorizzazione delle risorse femminili, considerando la pluralità come un aspetto di arricchimento umano. Women at Business coltiva infatti tale principio fin dalla sua nascita e lo ha promosso anche nella “4 Weeks 4 Inclusion”, la più grande iniziativa interaziendale sui temi dell’inclusione e della diversità. Non a caso Women at Business è partner dell’evento e ha tenuto anche un incontro dal titolo “L’inclusione: motore sociale, culturale ed economico per la certificazione sulla parità di genere”.

Per Serenissima Ristorazione un’occasione ulteriore per svolgere un ruolo attivo nel percorso verso la parità di genere, grazie a uno strumento innovativo che realizza iter di selezione sempre più equi, trasparenti e privi di discriminazioni. Strumento che si aggiunge all’impegno del Gruppo nel promuovere la presenza femminile in azienda: le donne sono infatti molto numerose e compongono l’80% sul totale del personale, ricoprendo anche posizioni al vertice. Come evidenziato in diverse occasioni dalla Chief Purchasing Manager Giulia Putin, uno degli AD è donna, così come le manager che guidano l’Ufficio Qualità, l’Ufficio Marketing&Comunicazione e l’Ufficio Gare.