IT

Giornata Internazionale della Gioventù 2020: i progetti di Serenissima Ristorazione per sensibilizzare i giovani all’educazione alimentare

La Giornata Internazionale della Gioventù viene festeggiata il 12 agosto, data della Risoluzione adottata in sede ONU nel 1999, e mai come nei tempi recenti i giovani sono bersaglio di una duplice emergenza, apparentemente in contrasto tra loro, sotto il profilo alimentare. Infatti, secondo un recente studio comparso su The Lancet e finanziato dall’Oms, in oltre il 30% delle 126 nazioni coinvolte nella ricerca si è notata la convivenza in contemporanea di modalità opposte di malnutrizione, ovvero sotto-nutrizione e obesità, soprattutto nell’Africa subsahariana, in Asia del Sud e nel sudest asiatico e Pacifico.

Questo accade perché, nell’opinione di Francesco Branca, Direttore del Dipartimento nutrizione per la salute e lo sviluppo dell’Oms, “siamo in presenza di una nuova realtà in materia di nutrizione. Non possiamo più classificare i Paesi in due categorie, quelli a basso reddito e colpiti dalla sotto-nutrizione e quelli a reddito elevato e unici ad essere interessati dall’obesità. Tutte le forme di malnutrizione hanno un denominatore comune, cioè dei sistemi alimentari che non forniscono alle persone un’alimentazione sana, sicura, sostenibile e a un prezzo abbordabile”. Alla luce di quanto emerso nella ricerca, è dunque di fondamentale importanza agire fin dalla più tenera età per favorire nella pratica uno stile di vita sano e un avvicinamento in maniera consapevole al cibo, ad esempio promuovendo percorsi di formazione ed educazione destinati a studenti, docenti e genitori.

Serenissima Ristorazione, sotto questo punto di vista, è attiva nella pianificazione di workshop e iniziative per le scuole allo scopo di veicolare messaggi quali il contrasto agli sprechi, l’educazione e il benessere alimentare. La ristorazione scolastica ha una importanza fondamentale sotto il profilo educativo e in questo modo può fungere da osservatorio privilegiato per sensibilizzare su temi come salute e sprechi di cibo. Serenissima Ristorazione è inoltre impegnata nelle scuole con il progetto “Frutta che bontà”, con il quale viene anticipato a metà mattina il consumo del frutto bio originariamente previsto a fine pranzo: questo nell’ottica di apportare la giusta quantità di energia e calorie che, per quanto riguarda i bambini, deve essere garantita a distanza di circa 3 ore prima e dopo il pranzo.